Perchè scegliere il pesce azzurro?

Dal punto di vista nutrizionale il pesce azzurro ha grassi simili a quelli vegetali, caratterizzati cioè prevalentemente da composti "insaturi", in particolare quelli della serie omega 3, importanti per lo sviluppo cerebrale e protettori per cuore e arterie, abbassando il livello di colesterolo. Soprattutto in un organismo in fase di crescita, gli Omega 3 sono indispensabili perché regolano e stimolano il metabolismo, proteggono il sistema circolatorio evitando gonfiori già in giovane età e mantengono attivo ed efficiente l’intestino.
E’ inoltre un’ ottima fonte di proteine e di una serie di macronutrienti come potassio (che aiuta la contrazione muscolare), fosforo (utile per scheletro e cervello) e vitamine (in particolare A e B). E’ fonte primaria di proteine ad alto valore biologico: basti pensare che un etto di acciughe e di sardine contiene rispettivamente 16,8 e 20,8 g di proteine, una quantità decisamente elevata e paragonabile a quella presente nella carne bovina.
Ha carni generalmente molto digeribili, consigliato nell’alimentazione dei bambini e degli anziani per la masticabilità e la leggerezza. Essendo ricco di sostanze nutritive preziose soprattutto per la crescita è in grado di far funzionare a regime il metabolismo evitando, in futuro, il rischio di sovrappeso. Il pesce azzurro è una miniera di Sali minerali, fra cui spiccano il calcio (utile per la salute delle ossa ma anche per tenere sotto controllo il senso di fame), il fluoro (che protegge la dentatura), il ferro (anti anemico) e il fosforo (un autentico “carburante” per il sistema nervoso).
Ma il pesce azzurro è anche una fonte privilegiata di iodio, un sale fondamentale per regolare il funzionamento della tiroide. Non bisogna dimenticare il favorevole lato economico, è una tipologia di pesce caratterizzata da un buon rapporto qualità-­-prezzo. E’ veloce da cucinare ma occorre imparare a cucinarlo in modo adeguato per non alterarne le caratteristiche organolettiche e nutritive. I nostri mari sono ricchi di pesce azzurro presente in ogni sua tipologia.

ACCORGIMENTI E SUGGERIMENTI

Il pesce azzurro è particolarmente sensibile agli sbalzi di temperatura che ne pregiudicano la conservazione, di seguito alcuni suggerimenti per il mantenimento del prodotto acquistato:
  • quando si decide di comprare il pesce munirsi di borsa termica per il trasporto e chiedere al rivenditore del ghiaccio.
  • sarebbe preferibile l’eviscerazione del pesce eseguita direttamente dal rivenditore.
  • se si decide di consumarlo subito togliere il pesce dalla confezione di acquisto ed avvolgerlo nella carta forno, indi riporlo in contenitore con del ghiaccio ma mai a contatto diretto con lo stesso
  • tutte le lische del pesce azzurro non sono adatte per la preparazione di fondi, brodi o bisque, di conseguenza si suggerisce di pulirlo con cura.
  • si suggerisce di lavare il pesce quando lo si intende cucinare evitando di lasciare la carne a bagno per lungo tempo. questo accorgimento impedisce che le carni diventino troppo molli.
  • se si intende cucinare il pesce azzurro di grosse dimensioni, dopo averlo scaloppato o filettato, si suggerisce di eliminare la pelle.
  • se si intende cucinare il pesce azzurro alla griglia prestare attenzione alla pelle in quanto nella maggior parte dei casi tende ad attaccarsi alla griglia e a strapparsi conferendovi un aspetto poco invitante.

LE STAGIONI MIGLIORI

Gennaio: Nasello, sardina, sogliola, cefalo, cernia, dentice, sarago, ricciola, pagello, alice, polpo, seppia, spigola, triglia.
Febbraio: Nasello, alice, cefalo, cernia, tonno, sarago, dentice, fragolino, ombrina, ricciola, rombo chiodato, mazzancolla, vongola verace, pagello.
Marzo: Nasello, alice, sgombro, cefalo, cernia, tonno, dentice, sarago, fragolino, ricciola, rombo chiodato, mazzancolla, vongola verace, pagello.
Aprile: Sgombro, alice, nasello, spigola, cernia, tonno, sarago, ricciola, aragosta, mazzancolla, pagello.
Maggio: Nasello, pesce spada, sgombro, spigola, cernia, sarago, gallinella, aragosta, pagello.
Giugno: Nasello, orata, pesce spada, sardina, sgombro, sogliola, spigola, sarago, gallinella.
Luglio: Cefalo, dentice, nasello, orata, pesce spada, sardina, sgombro, sogliola, spigola, triglia, sarago, gallinella, vongola verace.
Agosto: Dentice, nasello, orata, pesce spada, sardina, sogliola, spigola, cefalo, tonno rosso, sarago, fragolino, ricciola, gallinella.
Settembre: Alalunga, cefalo, dentice, orata, pesce spada, sardina, sogliola, spigola, triglia, tonno rosso, sarago, fragolino, ombrina, ricciola, rombo chiodato, vongola verace, gallinella.
Ottobre: Alalunga, nasello, spigola, orata, sardina, sogliola, tonno rosso, triglia, cefalo, cernia, dentice, sarago, fragolino, ombrina, ricciola, rombo chiodato, mazzancolla, gallinella.
Novembre: Dentice, nasello, sardina, sogliola, triglia, cefalo, cernia, tonno rosso, fragolino, ombrina, ricciola, rombo chiodato, mazzancolla, polpo, alice, seppia, gallinella, vongola verace.
Dicembre: Nasello, sardina, sogliola, triglia, cemia, tonno rosso, sarago, pagro, dentice, ricciola, polpo, seppia, vongola verace, alice.